LARRY PAGE, SERGEY BRIN E IL PROGETTO CHE RIVOLUZIONERÀ IL WEB: GOOGLE

da TalentNCreativity

Il 15 settembre 1997 due dottorandi della Stanford University, Larry Page e Sergey Brin, mettono a punto un progetto chiamato Google, un motore di ricerca dove organizzare le informazioni del mondo e renderle reperibili a chiunque.

Circa un anno prima di arrivare al lancio online di Google, Larry Page aveva il compito di sviluppare un algoritmo in grado di migliorare la ricerca nei cataloghi della biblioteca universitaria.
Contemporaneamente iniziava a crescere l’interesse per il web e su come collegare e strutturare i diversi nodi ed iniziò a lavorare al progetto insieme al dottorando Sergey Brin.

I due giovani svilupparono un algoritmo chiamato PageRank in grado di catalogare le informazioni in base al numero di volte che il termine appariva nella pagina ed in relazione alla rilevanza e importanza di questa. PageRank è l’algoritmo su cui si basa ancora oggi Google.
Testato l’algoritmo, Page e Brin decisero di lanciare il progetto stabilendo la sede della società nel garage di un’amica, Susan Wojcicki, in California, ed il primo dipendente ad essere assunto fu Craig Silverstein.
Nonostante le prime difficoltà, Google ottenne un finanziamento di 19 milioni di dollari ed i due creatori decisero di lanciarsi in Borsa. Il 19 agosto 2004 Google venne immessa sul mercato con un prezzo iniziale di 85 dollari fino a raggiungere un valore di 27 miliardi di dollari.

larry e sergeyCon il tempo Google ha acquisito YouTube, DoubleClik, Motorola e Waze.
Google oggi offre servizi di posta elettronica e applicativi d’ufficio e nel 2003 ha contribuito allo sviluppo del noto sistema operativo Android.
Non solo una passione per smartphone e tablet, anche nel campo della telefonia Google ha vestito i panni di fornitore di servizi Internet per Google Fiber e con il project loon ha permesso alle aree poco sviluppate di poter usufruire della connessione internet.

Anche nel campo automobilistico ha lanciato un prototipo di auto in grado di guidarsi da sola mentre nel campo della realtà aumentata il Project Glass si pone l’obiettivo di andare a sostituire gli smartphone.
A questo punto Page e Brin decidono di creare Alphabet, un contenitore finanziario per tutte le società realizzate, di cui anche Google diventa una divisione.

I prossimi obiettivi di Google sono l’intelligenza artificiale e la realtà virtuale ma occorrerà attendere qualche anno per scoprire cosa ci riserveranno i due geni del web.

 

Pin It